Alpi Apuane – Pizzi del Bottino – Via dell’Amicizia

Alpi Apuane – Pizzi del Bottino – Via dell’Amicizia

Aperta da Massimo Innocenti (IS) e Gianni Bruno della ScuolaVero Masoni di Sesto Fiorentino (FI)
Sviluppo 260m – Diff. 6a S2/I Obbligatorio 6a – Variante 6b+

ACCESSO: Dall’autostrada A12 Genova – Livorno uscire al casello Versilia e prendere per Pietrasanta, seguire le indicazioni per S. Anna di Stazzema e fermarsi nell’ampio parcheggio davanti alla chiesa. Da qui salire la scalinata in pietra che porta all’Ossario, passarne il cancello e dopo un breve tratto asfaltato si prende il sentiero CAI numero3. Percorrerlo in direzione Farnocchia fino a foce Santa Anna, 830mt e svoltare a sx per la Porta. Dopo poche decine di metri, ometto, verso sx per una evidente traccia di sentiero. Da ora in poi il sentiero è segnalato con ometti e bolli arancioni. Percorrerlo fino a raggiungere un metato, imboccare il sentiero sulla sx e proseguire fino a dove vedrete i pizzi davanti a voi.

ATTACCO: In vista dei pizzi scendere a dx e dopo poco a sx scendendo fino al bivio successivo e proseguire sulla sx fino ad arrivare alla base dei Pizzi del Bottino. Costeggiare la base del primo pizzo, superarlo e dopo alcuni passaggi esposti si arriva all’ingresso di una miniera, alla base del secondo pizzo, dove salite poche decine di metri di placca, attacca la via. 1 fix Ore 1 circa .

Coordinate GPS Lat 43°58,966N Long 40°15,744E Q.ta 710mt / Esposizione N-NE

MATERIALE: NDA individuale, 2 1/2 corde da 60mt 10 rinvii e cordini, qualche friend fino al Nr.2 BD

Tutte le soste sono a fix, alcune con anello di calata.
Le protezioni a fix sono ravvicinate nei tratti pericolosi e nei tratti in A0

CHIODATURA: Dal basso con fix da 10 mm
La via è stata aperta dal basso, nel Luglio 2014.

RELAZIONE

S1- 30 mt diff 3
Salire la placca verso dx portandosi al muretto alla base del diedro.
S2 – 30 mt diff 5c
In verticale dalla sosta montare sulla placca e percorrerla fino dove possibile, e con passo atletico portarsi sullo spigolo di destra fino alla sosta posta al culmine
S3 – 25 mt diff 5c
Dalla sosta traversare verso dx portandosi sotto un piccolo tettino, e poi verso dx raggiungere sosta.
S4 – 30 mt diff 6a
Salire dalla sosta fino al muretto sovrastane, traversare il canale prestando attenzione (dopo abbondanti piogge può essere bagnato) ed arrivare alla sosta alla base del diedro
S5 – 25 mt 6 diff un passo 6a+ oppure A0
Salire il bellissimo diedro fino alla comoda sosta sulla cengia
S6 – 30 mt diff 6a
In verticale dalla sosta per splendidi appigli fino alla cengetta, proseguire verso sx .Salire l’evidente diedro poi in placca fino alla sosta.
[S6 – 30 mt Variante diff 6b+]
Dalla cengetta in verticale fino alla sosta oltre lo spigolo a sinistra
S7 – 25 mt diff 5c
Salire in verticale dalla sosta ,poi a dx sullo spigolo fino ad arrivare alla comoda sosta sulo terrazzino.
S8 – 30 mt diff 4
Partire in verticale nel camino e portarsi sul filo dello spigolo di dx fino alla sosta prima della crestina.
S9 – 30 mt diff 4
Seguire la cresta fino alla base del diedro di uscita.

DISCESA
Dalla cima, per esile traccia di sentiero bolli arancioni in direzione della forcella e scendere nel bosco fino ad incrociare il sentiero CAI 3A. Percorrerlo in salita sino a Case di Monte Rocca, e poi a foce S. Anna e tornare per il sentiero fatto all’andata. 50 minuti circa.

Lascia un commento